AAROI-EMAC significa PROFESSIONALITÀ, QUALITÀ, SICUREZZA per gli oltre 10.000 Medici Iscritti   ISCRIVITI ANCHE TU! »

 

 

Comunicazioni agli Iscritti 2009

 

La Riforma Bru(ne)tta
La riforma del pubblico impiego è ormai legge
Visualizza Allegato


La ballata dell´età pensionabile
Superato, con l´ultima tornata contrattuale, il mancato reintegro del dirigente licenziato ingiustamente, a cui veniva riconosciuto solamente un risarcimento economico, non sono però venute meno le sanzioni disciplinari che erano state previste dal decreto legislativo n. 150/2009, la famosa "legge Brunetta".
Visualizza Allegato 


Perchè un sindacato unico dei Dirigenti Medici Anestesisti Rianimatori, dell´Emergenza e dell´Area Critica
Visualizza Allegato


L’AAROI-EMAC dona un Ecografo 
La consegna dell´ecografo alla S.C. di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale dell’Aquila.
Visualizza Allegato


L´AAROI-EMAC per i terremotati d´Abruzzo
Le decisioni dell´Associazione in aiuto degli Iscritti delle zone colpite dal terribile terremoto.
Visualizza Allegato


Decreto Brunetta iniquo e dannoso
Il Ministro Brunetta senza alcuna consultazione delle parti sociali e delle Regioni ha voluto aprire un fronte “caldo” facendo approvare dal Consiglio dei Ministri un D.lgs. che priva la dirigenza medica di ogni autonomia, indipendenza e competenza.
Visualizza Allegato


Lettera-appello al governo e al parlamento:
no alla rottamazione di medici e veterinari
Le scriventi organizzazioni sindacali della Dirigenza Medica e Veterinaria, hanno ripetutamente manifestato la propria opposizione al pensionamento coatto dei pubblici dipendenti al raggiungimento dei 40 anni di contribuzione.
Visualizza Allegato


Istituita la Scuola di Specializzazione in Medicina di Emergenza Urgenza
Appello ai Cattedratici di Anestesia e Rianimazione
Con Decreto Ministeriale 31 marzo 2009 il Ministero dell’Università ha stabilito per l’a.a. 2008-2009 il numero dei contratti da assegnare alle Scuole di Specializzazione.
Visualizza Allegato


Primari in pensione a 70 anni
Con 40 anni di contribuzione utile e con un preavviso di sei mesi, i primari ospedalieri non correranno più il rischio di vedersi dare del benservito dall’Azienda Sanitaria da cui dipendono.
Visualizza Allegato


No all´orario di lavoro a 65 ore
Il Parlamento Europeo nella seduta del 17 dicembre ha bocciato, a larga maggioranza, la proposta del Consiglio dei Ministri del Lavoro della Unione Europea di estendere l’orario lavorativo massimo a 65 ore dalle attuali 48.
Visualizza Allegato

 

 

 

 

 

 

 

 

              

 

Questo sito utilizza Cookies. Navigando sul sito accetti che potremmo conservare ed utilizzare cookies sul tuo dispositivo.     Maggiori informazioni»     OK