AAROI-EMAC significa PROFESSIONALITÀ, QUALITÀ, SICUREZZA per gli oltre 10.000 Medici Iscritti   ISCRIVITI ANCHE TU! »

 

 

INTERSINDACALE 2015

 

29 Dicembre 2015
Intersindacale - A chi giova la “guerra” tra medici e infermieri?
Gentile Direttore, la Sua analisi nel merito della ripresa delle ostilità di fine anno tra la professione medica e quella infermieristica si conclude riprendendo la convinzione “… che tutti siano parimenti concordi che in una gerarchia reale (e non burocratica) di competenze e responsabilità sia giusto che sia il medico, nel bene e nel male, ad avere l’ultima parola”.
Leggi la lettera integrale

21 Dicembre 2015
Segnalazione violazione normativa europea concernente gli orari di lavoro e riposo dei medici e dirigenti sanitari dipendenti pubblici e privati 
La Deliberazione n. 1516 del 23 novembre 2015 della Giunta Regionale della Regione Basilicata con cui viene approvato un "disegno di legge" per l´applicazione dell’art. 14 della Legge 30 ottobre 2014 n. 161 è contraria alla Direttiva Europea sopra richiamata e alle chiare fonti normative interne circa la determinazione e i limiti dell’orario di lavoro. 
Leggi il documento completo

16 Dicembre 2015
Intersindacale - Adesioni al 75%. Lo sciopero di oggi e quelli di domani
Lo sciopero effettuato oggi ha una valenza politica straordinaria, nel senso letterale di fuori dalla norma. Una indecente superficialità o un malcelato interesse della politica tutta verso il servizio sanitario nazionale, che stanno portando al disfacimento il più importante baluardo di tutela della salute e delle fragilità di tutti i citta- dini, hanno spinto tutti i medici italiani prima a manifestare, oggi a scioperare uniti e compatti, raccogliendo l´invito dei tanti italiani senza voce, lavoratori e contribuenti onesti che finanziano un welfare che altri stanno saccheggiando da troppo tempo.
Leggi il Comunicato Stampa - La Rassegna Stampa

10 Dicembre 2015
Intersindacale - Sciopero 16 Dicembre: NO agli escamotage per trattenere in servizio 
Esiste una normativa chiara che definisce la limitazione del diritto di sciopero in ambito sanitario per garantire i Servizi pubblici essenziali. A tale normativa tutti gli Enti del SSN sono tenuti ad attenersi, rispettando quanto stabilito dalla Legge 146 del 12 Giugno 1990 e s.m.i. e dagli accordi del 26 settembre 2001 per la Dirigenza Medica e Veterinaria, e del 25 settembre 2001 per la Dirigenza Sanitaria, Professionale, Tecnica ed Amministrativa. Per evitare qualsiasi diversa “interpretazione”, l’Intersindacale della Dirigenza Medica, Veterinaria e Sanitaria - ANAAO ASSOMED – CIMO – AAROI-EMAC – FESMED – FP CGIL MEDICI – CISL MEDICI – UIL FPL MEDICI – FASSID (AIPaC, SIMET, SNR) – FVM - ha diffidato gli Enti del SSN dal ricorrere a modalità e prassi applicative non conformi alla normativa vigente.
Leggi il Comunicato Stampa - La Rassegna Stampa

9 Dicembre 2015 
Intersindacale - Lettera aperta alle Istituzioni 
Da tempo il Presidente del Consiglio insiste, a ragione, sul capitale umano, leva per risollevare le sorti del nostro Paese, "l´unico grande strumento con il quale l’Italia uscirà dalla crisi". E, coerentemente, si implementano le risorse economiche a disposizione della stabilizzazione e della formazione del capitale umano impiegato nella scuola pubblica. La Sanità, invece, continua a vivere, o meglio a morire, fuori dall’attenzione della politica, se non come puro costo da abbattere, generatore di sprechi, lusso che non ci potremmo permettere. 
Leggi la Lettera - La Rassegna Stampa

3 Dicembre 2015
Intersindacale - La protesta della sanità non si ferma: dopo la manifestazione dei medici lo sciopero generale 
La manifestazione di sabato 28 novembre ha rappresentato una straordinaria espressione di senso civico che ha portato in piazza il disagio di una categoria professionale, centrale in tutti i sistemi sanitari, cui è affidato il compito di rendere esigibile il diritto alla salute dei cittadini. E di averlo fatto senza distinzione di stato giuridico o di collocazione spaziale nel sistema delle cure, con la guida della Federazione dell´Ordine professionale, anche per lanciare l´allarme sulla crisi, forse non ancora irreversibile, della sanità pubblica, la cui esistenza nel prossimo futuro non è più scontata.
Leggi il Comunicato Stampa - La Rassegna Stampa

18 Novembre 2015
Intersindacale - Orari di lavoro: fumata nera all´Aran. Il 28 Novembre in Piazza a Roma e sciopero nazionale il 16 Dicembre
Ad una settimana dalla scadenza del 25 novembre per l´applicazione della Direttiva europea sull´orario di lavoro in sanità, è finita con un nulla di fatto il confronto odierno all´Aran. A fronte della necessità che abbiamo più volte evidenziato, di garantire la qualità delle presta- zioni ai cittadini da parte di medici che abbiano rispettato il giusto orario di lavoro europeo, l´A- genzia ha avuto mandato di chiedere la condivisione di deroghe che avrebbero, però, come unico risultato quello di danneggiare i cittadini oltre che gli stessi medici.
Leggi il Comunicato Stampa - La Rassegna stampa

12 Novembre 2015
Intersindacale - NO all´arroganza delle Regioni 
E’ paradossale che, in Italia, chi deve applicare una legge, nello specifico la 161/2014, in ottemperanza ad una Direttiva Europea vecchia di 12 anni, calpestata da deroghe legislative giudicate illegittime dalla Corte di Giustizia comunitaria, faccia il profeta di sventure, alla vigilia della sua entrata in vigore. 
Leggi il comunicato stampa - La Rassegna stampa

10 Novembre 2015
Intersindacale - No alle deroghe. Sì a un confronto contrattuale sulla sicurezza delle cure dotazioni organiche
Le Organizzazioni Sindacali denunciano il tentativo strumentale di Governo e Regioni di cercare un accordo in extremis per procedere ad una proposta legislativa di dubbia legittimità sull’applicazione della Direttiva sull’orario di lavoro. Ed insieme il fallimento di chi ha avocato a sé da tempo l´organizzazione del lavoro e che oggi dichiara che essa è fondata sull’uso intensivo fino all’abuso del lavoro professionale tanto da rischiare il crollo se riportata a legittimità.
Leggi il Comunicato Stampa - La Rassegna Stampa

9 Novembre 2015 
Intersindacale - Legge di Stabilità: NO ad Aziende Uniche SSN-Università 
La proposta contenuta nella legge di stabilità, divenuta ormai una legge omnibus con relativo attacco alla diligenza, che mira a unificare le Aziende Ospedaliere Universitarie con le Aziende Sanitarie Locali è da bocciare senza appello, in quanto modifica la architettura istituzionale del SSN inaugurando un meccanismo consociativo non previsto dalle leggi istitutive. 
Leggi il Comunicato Stampa - La Rassegna Stampa

3 Novembre 2015 
Intersindacale - Sciopero nazionale mercoledì 16 Dicembre 
Le Organizzazioni sindacali denunciano, in maniera unitaria, il grave e perdurante disagio causato ai cittadini da politiche orientate esclusivamente ad una gestione contabile del SSN, con l’unico obiettivo del risparmio economico, sempre meno legate all’obbligo di rispondere ai loro bisogni assistenziali secondo principi di equità, giustizia e sicurezza.
Leggi il Comunicato Stampa - La Rassegna Stampa

20 Ottobre 2015 
Intersindacale - Basta tagliare la sanità! Stato di agitazione di tutti i Sindacati 
Le Organizzazioni sindacali ANAAO ASSOMED - CIMO – AAROI-EMAC – FP CGIL MEDICI - FVM – FASSID - CISL MEDICI – FESMED – ANPO-ASCOTI-FIALS MEDICI – UIL MEDICI , comunicano, come già fatto da Fimmg, Snami, Fimp e Sumai, al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute e alle Regioni lo stato di agitazione delle categorie professionali che rappresentano. 
Leggi il Comunicato Stampa

26 Giugno 2015
Intersindacale - Apertura contrattazione della PA - Dirigenza medica, veterinaria e sanitaria 
Dopo la sentenza della Consulta sul blocco dei contratti nella PA, le OO.SS. della Dirigenza Medica Veterinaria e Sanitaria hanno scritto una lettera al Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, per chiedere di essere audite al fine di rappresentare le esigenze di specificità e di innovazione contrattuale nella suddetta area.
Leggi la lettera

9 Febbario 2015
Intersindacale - Lettera a Lorenzin, Chiamparino e Coletto
Le Organizzazioni Sindacali portano all´attenzione del Ministro della Salute Lorenzin, del Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Chiamparino e al Coordinatore della Commissione Sanità, Coletto, alcune considerazioni in merito ai contenuti del comma 566 dell´art.1 della Legge di stabilità 2015, quali contributo teso ad evitare ricadute negative sulla salute dei cittadini e sulla funzionalità del sistema sanitario. 
Leggi la lettera

 

 

 

 

 

 

 

 

              

 

Questo sito utilizza Cookies. Navigando sul sito accetti che potremmo conservare ed utilizzare cookies sul tuo dispositivo.     Maggiori informazioni»     OK