AAROI-EMAC significa PROFESSIONALITÀ, QUALITÀ, SICUREZZA per gli oltre 10.000 Medici Iscritti   ISCRIVITI ANCHE TU! »

 

 

Anticipo della liquidazione. Migliorata e confermata per tutto il 2020 la Convenzione COSMED a condizioni di estremo favore

NEWS

 

 

L’iniquo sequestro della liquidazione dei dipendenti pubblici che viene erogata in tre rate rispettivamente dopo 24, 36 e 48 mesi dalla cessazione per le pensioni di anzianità e dopo 12, 24 e 36 mesi per le pensioni di vecchiaia continua ad essere in vigore. Inoltre i fruitori della quota 100, al pari di quanti vanno in pensione con il cumulo, percepiscono la prima rata a 68 anni, la seconda a 69 e la terza a 70 anni. Il caso limite è rappresentato da un dipendente pubblico che pensionato con quota 100 a 62 anni e 6 mesi finirà di percepire l’ultima rata di liquidazione sette anni e sei mesi dopo. 

Si tratta di un provvedimento che da sempre abbiamo giudicato discriminatorio, varato dal 2011 e reiterato più volte, che penalizza esclusivamente i dipendenti pubblici (i dipendenti privati, infatti percepiscono tutta la liquidazione entro 3 mesi dalla cessazione).
La Corte Costituzionale investita della vicenda ha dichiarato non illegittima la posticipazione in caso di pensione anticipata rispetto alla vecchiaia, ma ha sollecitato il Parlamento a provvedere ad erogare più sollecitamente negli altri casi.

In effetti nel decreto che ha istituito quota 100 erano previsti sconti fiscali, ancorché limitati alle liquidazioni fino a 45.000 euro, per compensare gli interessi di una convenzione con l’Associazione Bancaria Italiana che non ha ancora visto la luce.

La Cosmed e le sigle aderenti, tra cui l´AAROI-EMAC, da due anni, per venire incontro ai Colleghi che cessano dal servizio, aveva sottoscritto con il Banco BPM una convenzione particolarmente vantaggiosa, in analogia a quella sottoscritta dall’Associazione dei Prefetti, dalla Corte dei Conti, dall’Associazione Nazionale Magistrati, dal Consiglio di Stato, il Ministero dell’interno, l’Avvocatura dello Stato e alcuni corpi militari e civili dello Stato.

La convenzione ha avuto un enorme successo con oltre 35 milioni di euro già erogati agli associati alle sigle Cosmed.

LA CONVENZIONE È STATA RINNOVATA PER IL 2020 ALLE MEDESIME CONDIZIONI ESTREMAMENTE FAVOREVOLI (TASSO FISSO AL 1% PER TUTTA LA DURATA DEL PRESTITO) E MIGLIORATA IN DUE ASPETTI FONDAMENTALI:

  1. IL PRESTITO SI ESTENDE SENZA LIMITI DI TEMPO (in precedenza era limitato a 54 mesi escludendo parte dei pensionati con il cumulo e quota 100) FINO ALL’EROGAZIONE DELL’ ULTIMA RATA DA PARTE DELL’INPS.
  2. SARÀ POSSIBILE EFFETTUARE LE PRATICHE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE senza dover ricorrere alla sede di Piazza Montecitorio a Roma.

In pratica si cede la liquidazione alla Banca che eroga immediatamente tutta la liquidazione trattenendo un interesse annuo del 1% fisso e perentorio, modificabile solo previo preavviso di 60 giorni in caso di cambiamento dei tassi.

Eventuali maggiorazioni della liquidazione legati agli aumenti contrattuali sopravenienti o a ricorsi in merito a contenziosi sulla quantificazione della stessa, ridurranno il carico di interessi della rata e conguagliati.

Il prestito è fiduciario senza ipoteche e spese istruttorie. 

In circolazione esistono analoghe forme di cessione del credito, ma con tassi nettamente superiori e non ci risultano convenzioni che estendono il prestito ad oltre 54 mesi.

Infine nella compilazione del modulo per la richiesta della quantificazione del TFS all’Inps è necessario indicare nella casella ABI il numero 05034 riferito al Banco BPM.

 

 

 

 

 

              

 

Questo sito utilizza Cookies. Navigando sul sito accetti che potremmo conservare ed utilizzare cookies sul tuo dispositivo.     Maggiori informazioni»     OK