Non sei ancora Iscritto? In AAROI-EMAC oltre 11.000 Medici Professionisti!

Comunicati Stampa

NO all´area contrattuale allargata, NO al tavolo di confronto comune

La lettera che le confederazioni sindacali hanno inviato al Ministro Lorenzin con la richiesta di intervenire presso l´ARAN per forzare l´afferenza dell’intera Area III (dirigenza sanitaria, tecnica, professionale e amministrativa) in un´unica area contrattuale del SSN con l’Area IV (dirigenza medica), nonchè di allargare il tavolo di confronto con Ministro e Governo chiesto dalle OOSS dei medici a tutto il mondo della sanità che rappresentano, è sorprendente.

Vertenza salute: grande successo della manifestazione di Napoli

Le organizzazioni sindacali dei medici e dei dirigenti sanitari esprimono grande soddisfazione per il successo della manifestazione che si è svolta oggi a Napoli che ha visto la presenza di oltre 1000 medici. La partecipazione delle rappresentanze dei cittadini, insieme con la straordinaria affluenza di medici e dirigenti sanitari, testimoniano capacità di aggregazione e forza di motivazione a salvaguardia di un bene comune quale il servizio sanitario pubblico e nazionale, che non si innova senza un patto con le competenze e conoscenze dei medici e dei professionisti e che coinvolga anche i pazienti che si rivolgono al Servizio sanitario nazionale.

Apprezzata la disponibilità del Ministro ma lo sciopero è confermato

Le Organizzazioni Sindacali esprimono apprezzamento per la convocazione da parte del Ministro della Salute e per la disponibilità all’ascolto dimostrata, ma Nell’attesa di atti e segnali concreti, rimangono in campo le ragioni che hanno condotto alla proclamazione dello Sciopero generale di 48 ore del 17 e 18 marzo. 

Morire di parto: le task force devono intervenire a monte

L’AAROI-EMAC ribadisce le criticità organizzative del Percorso Nascita in Italia

I Medici Anestesisti Rianimatori intervengono nel dibattito apertosi dopo le tragedie avvenute in cinque punti nascita italiani, indicando alcune criticità che vanno al di là dei casi specifici. E lo fanno attraverso una lettera aperta al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin...

Archivio Anni

Link Utili