Non sei ancora Iscritto? AAROI-EMAC riunisce oltre 11.000 Medici Professionisti Iscritti!

Home Regionale Basilicata Il paziente acuto ipossiemico ipercapnico dalla rianimazione al domicilio

Il paziente acuto ipossiemico ipercapnico dalla rianimazione al domicilio

IL PAZIENTE ACUTO IPOSSIEMICO IPERCAPNICO
DALLA RIANIMAZIONE AL DOMICILIO:
PERCORSO INTERDISCIPLINARE

Policoro    13 – 14    MAGGIO   2016
 
 
 – Marinagri Hotel –
 
Presidente del corso:
F. Dimona
 
Responsabili Scientifici:
A. Mazzarella, M. L. Tancredi, G. Fiorentino
 
Comitato Scientifico:
G. Fiorentino, A. Mazzarella, M. L. Tancredi, F. Dimona
 
 
13 MAGGIO 2016 – I GIORNATA
 
08.30 Registrazione dei partecipanti
09.00 Saluto delle autorità
09.15 Presentazione degli obiettivi formativi
M.L. Tancredi
 
I SESSIONE
Moderatore: A. Mazzarella M.L. Tancredi
 
09.30 Inquadramento patologie respiratorie. Ostruttivo versus Restrittivo
G. Fiorentino
10.00 Fisiopatologia ed alterazioni della meccanica respiratoria in corso di ARDS
S. Grasso
10.30 Il paziente ipercapnico: presentazione linee guida GOLD
E. Costantino
11.00 Il paziente ipossiemico-ipercapnico. Il primo approccio al Pronto Soccorso
C. Sinno
11.30 Coffee break
 
II SESSIONE
Moderatori: F. Dimona, A. Mazzarella
 
11.45 Le modalità ventilatorie artificiali, interazione paziente-ventilatore
M. A. Pennisi
12.15 Modalità di trattamento nelle ipossiemie severe
S. Grasso
12.45 NIV indicazioni: quali patologie da trattare
M. A. Pennisi
13.15 NIV: Acuto versus Cronico
B. Carlucci
13.45 Ossigenoterapia ad Anti Flussi ed Elioterapia
G. Fiorentino
14.05 Light Lunch
 
III SESSIONE
Moderatori: M.L Tancredi, F. Dimona
 
15.00 Uso della Broncoscopia in Terapia Intensiva
A. Del Gaudio
15.30 La Tracheostomia l´approccio chirurgico
G. Asprella Libonati
16.00 La Tracheostomia percutanea
A. Mazzarella
16.30 Complicanze della Tracheostomia
T. Iarussi
17.00 Antibioticoterapia in terapia intensiva
G. Pietromatera
17.30 Le infezioni batteriche e micotiche in terapia
F. Romito
18.00 Workshop: Devices e Presidi per l’Umidificazione e Aereosolterapia e Broncoaspirazione
G. Fiorentino
18.30 Presentazione Casi Clinici
Tutors: M. A. Pennisi – A. Mazzarella – G. Fiorentino – M. L. Tancredi
 
19.00 Discussione interattiva con i partecipanti
19.30 Chiusura Prima Giornata
 
 
14 MAGGIO 2016 – II GIORNATA
IV SESSIONE
Moderatori: M. L. Tancredi, A. Mazzarella
 
08.30 Weaning dal ventilatore: il punto di vista del rianimatore
M. A. Pennisi
09.00 La gestione pneumologica post-intensiva e nelle malattie neuromuscolari.
Weaning dalla tracheo: il punto di vista dello pneumologo
G. Fiorentino
09.30 I ventilatori domiciliari
M. A. Pennisi
10.00 Ventilazione non invasiva e invasiva al domicilio
G. Fiorentino
10.30 Percorsi gestionali della IRC al domicilio
F. Gallo
11.00 Percorsi assistenziali dall´area critica al domicilio del paziente
A. Mazzarella, M. L. Tancredi
11.40 Coffee break
 
V SESSIONE
Moderatori: F. Dimona, D. Adduci
 
12.00 Il paziente con piaghe da decubito: gestione assistenziale
E. Paolicelli
12.30 Quale accesso venoso centrale nella nutrizione parenterale del paziente domiciliato in maniera
protetta?
G. Ciampo
13.10 Nutrizione enterale – parenterale nel paziente domiciliato
C. Bagnato, C. Perfetto
13.40 Gestione infermieristica del paziente a domicilio
G. Venezia
13.30 Light Lunch
14.45 Presentazione casi clinici
Tutors: M. A. Pennisi – A. Mazzarella – G. Fiorentino – M. L. Tancredi
Discussione interattiva con i partecipanti
15.45 Conclusioni del Presidente del Corso
F. Dimona
 
16.00 Chiusura dei lavori e consegna questionario ECM
 
RAZIONALE
I pazienti con insufficienza respiratoria acuta su cronica hanno una prognosi severa. Obiettivo del trattamento dell’Insufficienza Respiratoria è la tempestiva correzione delle alterazioni dell’ematosi mediante una serie di presidi che vanno dalla somministrazione di ossigeno a tecniche di supporto ventilatorio. In caso di intubazione endotracheale si può andare incontro a complicazioni quali le polmoniti osocomiali, danno laringeo e tracheale, emorragia e stenosi tracheale. Questi pazienti spesso vanno incontro a tracheotomia e sono difficili da svezzare. La ventilazione non invasiva consente di evitare l’intubazione endotracheale in pazienti che non abbiano una indicazione assoluta a questo tipo di manovra salvavita, e di evitarne le complicanze a breve e lungo termine. Negli ultimi anni si è andato affermando sempre più il ruolo della ventilazione meccanica non invasiva mediante maschera nasale o facciale nel trattamento dell’insufficienza respiratoria acuta, cronica, o cronica riacutizzata. In particolare, in corso di riacutizzazione di BPCO la ventilazione non invasiva può consentire di evitare il ricorso alla ventilazione invasiva (mediante intubazione o tracheostomia), con le possibili complicazioni connesse. Nei casi che debbono comunque far ricorso alla ventilazione invasiva, è necessario utilizzare tutte le metodiche disponibili per lo svezzamento (inclusa la ventilazione non invasiva), al fine di evitare i rischi ed i costi connessi con una ventilazione invasiva a lungo termine (complicazioni infettive, difficoltà di gestione domiciliare di questi pazienti). 
Il corso che proponiamo si pone l´obiettivo di analizzare tale drammatica evenienza nelle sue diverse fasi (acuta e cronica) e nel mettere in evidenza l´importanza di un approccio multidisciplinare (Pneumologo, Intensivista, Rianimatore, Dietologo). Riteniamo che le nozioni che il convegno sarà in grado di trasmettere aiuteranno gli operatori sanitari a meglio affrontare la gestione dell´insufficienza respiratoria utilizzando in modo più appropriato le linee guide ed i percorsi diagnostico-terapeutici.
Lo scopo di questo incontro è quello di consentire uno scambio di esperienze di tipo multidisciplinare tra i vari operatori coinvolti nel trattamento dell´insufficienza respiratoria, al fine di ottimizzare l´utilizzo delle più moderne strategie ventilatorie, con preferenza per le metodiche non invasive.
Vi sarà una parte interattiva in cui saranno proposti scenari esemplificativi e casi clinici con discussione sulle modalità di intervento.
 
Obiettivi formativi
Formazione finalizzata all´utilizzo ed all´implementazione delle linee guida e dei percorsi diagnosticoterapeutici 
Innovazione tecnologica: valutazione, miglioramento dei processi di gestione delle tecnologie biomediche e
dei dispositivi medici. Health Technology Assessment
Integrazione interprofessionale e multiprofessionale, interistituzionale
Integrazione tra assistenza territoriale ed ospedaliera
Applicazione nella pratica quotidiana dei principi e delle procedure dell´Evidence based practice (EBM – EBN
– EBP) Linee guida- protocolli – Procedure
Obiettivi del corso
L´obiettivo principale di questo corso di formazione è quello 
– di promuovere la comunicazione scientifica tra diversi gruppi di specialisti, migliorare le conoscenze
sull’utilizzo dei nuovi devices, presentare le esperienze al fine di condividere le evidenze riguardanti la NIV e di riconoscere potenzialità, limiti e problemi aperti anche in ambito domiciliare
– Fare acquisire conoscenze teoriche aggiornate sulla fisiopatologia dell’insufficienza respiratoria acuta e
suo inquadramento nei diversi contesti clinici.
– Fornire le maggiori evidenze della letteratura scientifica sulle indicazioni alla ventilazione invasiva e non
invasiva
– Far conoscere le principali modalità di ventilazione invasiva e non invasiva ed illustrare il loro principale
impiego clinico.
– Razionalizzare l’approccio al malato respiratorio, ridurre i ricoveri impropri e ripetuti di questi malati con
lo strumento della presa in carico del paziente in tutte le fasi della sua malattia (cronica stabile o in
riacutizzazione) in collegamento con il Territorio.
Aggiornare sugli attuali approcci organizzativi, terapeutici ospedalieri proponendo un collegamento
integrato Ospedale/Territorio.
 
prisco provider

C.da Scatolino, snc – 75100 Matera (MT)
 
Tel. + 39 (0)835 330413     Fax + 39 (0)835 334155
 
Articolo precedenteRassegna Stampa
Articolo successivoRassegna Stampa

> POTREBBERO INTERESSARTI

SERVIZI RISERVATI AGLI ISCRITTI

Seguici su

FacebookMi piace
FlickrSegui
TwitterSegui
YoutubeIscriviti