Non sei ancora Iscritto? In AAROI-EMAC oltre 11.000 Medici Professionisti!

Home Dalle Regioni 2020 TAR accoglie ricorso AAROI-EMAC Lombardia contro POAS dell'Asst Sette Laghi...

TAR accoglie ricorso AAROI-EMAC Lombardia contro POAS dell’Asst Sette Laghi

Nell’articolo di VareseNews la Presidente AAROI-EMAC Lombardia, Cristina Mascheroni, esprime soddisfazione per la decisione del TAR che ha accolto il ricorso AAROI-EMAC Lombardia contro il POAS dell’Asst Sette Laghi.

Le critiche al nuovo POAS dell’Asst Sette Laghi (le modifiche apportate dalla direzione e approvate da Regione Lombardia al piano organizzativo e operativo) saranno valutate dal Tar. Il sindacato che rappresenta gli Anestesisti Rianimatori AAROI–EMAC ha deciso di procedere contro un documento che ritiene particolarmente penalizzante per la categoria. In particolare si contesta la riorganizzazione che prevede l’accorpamento della medicina con il pronto soccorso snaturando, così, la mansione del DEA limitandolo a un dipartimento funzionale: «L’eccessiva caratterizzazione internistica del PS penalizzerebbe il 118, composto da medici anestesisti e rianimatori chiamati a sottostare a Direttori di Dipartimento di altre branche e discipline che non hanno equipollenze/o affinità».

L’approvazione da parte di Regione Lombardia delle variazioni al piano complessivo, in un momento di transizione in attesa dell’approvazione della nuova legge di riforma della sanità, ha indotto AAROI a porre la questione al tribunale amministrativo denunciando, di fatto, il comportamento della direzione strategica della Sette Laghi ma anche la giunta di Regione Lombardia che ha legittimato il documento rendendolo operativo.

« Sono particolarmente soddisfatta che il Tar abbia deciso di esprimersi su questa causa – dichiara Cristina Mascheroni presidente regionale di AROOI EMAC – La controparte eccepiva la competenza dello stesso tribunale nella materia. Invece, il giudice ha deciso di procedere e ha fissato l’udienza il prossimo primo marzo. Questo avvio di procedimento mi fa ben sperare per la prosecuzione del giudizio».

Leggi l’articolo integrale

> POTREBBERO INTERESSARTI

SERVIZI RISERVATI AGLI ISCRITTI

Seguici su

FacebookMi piace
FlickrSegui
TwitterSegui
YoutubeIscriviti